post

Alta via numero 1, una grande avventura

1-forcella-del-lagoÈ stata un’esperienza incredibile, incredibilmente faticosa ma incredibilmente appagante. Camminare da solo, salvo saltuarie compagnie, per otto giorni e completare l’Alta via numero 1 è stata una grande avventura.
Sono partito dal Lago di Braies venerdì 26 giugno e sono arrivato nei pressi di Belluno il 3 luglio, del percorso ufficiale ho saltano una sola tappa, quella del giro del Pelmo, in quanto la presenza di neve in forcella d’Arcia e il non avere con me ramponi e piccozza l’avrebbe resa inutilmente pericolosa.
Come dicevo, di gente lungo il cammino ne ho trovata veramente poca: dei ragazzi inglesi, qualche Tedesco, un gruppo di Gallesi, una coppia di Scozzesi, Italiani nessuno, fatta eccezione per due ragazze altoatesine che però parlavano prevalentemente tedesco. La natura però è la protagonista: lungo il cammino ho trovato tantissime genziane, rododendri in fiore, papaveri che crescono sulle pietraie, gigli e tante altre specie di cui ignoro i nomi; mi hanno attraversato la strada marmotte, pecore, vacche, camosci e vipere; infine, le montagne, cattedrali di roccia la cui visione ti toglie il fiato, sempre e comunque. Sì perchè non è solo la classica vista di Pelmo e Civetta ma sono anche la Croda dal Becco, le cime di Fanis, il Lagazuoi, le Tofane, il Nuvolau, l’Averau, la Croda da Lago, la Moiazza, il San Sebastiano, il Moschesin, il Pramper, le cime di Zità e lo Schiara – in rigoroso ordine di apparizione.
Che altro dire se non che è stata dura l’aver chiuso l’Alta via numero 1 ma, se la vostra passione è la montagna e avete 8-10 giorni è un’esperienza da fare, ovviamente ben allenati. Se volete maggiori dettagli sulle singole tappe dell’Alta Via 1 andate a questo post del blog di Ale.

Altre avventure

  • La magia del Monte Rite Imbocco un sentiero largo che si arrampica dolcemente sulle pendici del Monte Rite; alle […]
  • Arrivati sull’isola Non serve il suono della sveglia per farci aprire gli occhi. Le prime luci iniziano a […]
  • Trekking sul Monte Rosa Queste immagini valgono più di mille parole e testimoniano la bellezza di un […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *